HOME PAGE

Via La Morra, 76 - 12062 Cherasco - Italy


 

Villa Brizza nel 1901

Villa Brizza nel 1901

Antica villa costruita negli ultimi anni del '500, su base più antica, secondo la tradizione sulle rovine di un antico castello, ma questo non è certo.

Nel seicento il conte Brizio elevò questa proprietà a commenda in favore dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro.

Dai conti Brizio della Veglia la dimora assunse il proprio nome, che poi nella parlata comune diventò Brisia, Brizza, Brissa. Noi utilizziamo il nome Brizza, perché è il nome che col tempo ha acquisito ufficialità.

Fu, moderatamente, rimaneggiata nel '700 all'interno, cambiando la disposizione di alcune porte ed all'esterno con la costruzione del terrapieno, di fronte a casa, per il passaggio delle carrozze, che però portò alla demolizione della scala esterna centrale. Nel 1780 fu costruito il portico della cappella, con i tre archi ed il timpano sulla facciata.  Quest'ultimo non esiste più: negli anni del dopoguerra, in seguito a un modesto cedimento di un pilastro, la Contessa Tiscornia Prasca seguì gli scellerati consigli di un geometra e lo fece abbattere!

La villa è ampiamente descritta dallo storico locale Giovanni Francesco Damillano, nell'opera manoscritta: ANNALI DI CHERASCO. Nel corso del sec. XIX furono chiuse le arcate del porticato d'accesso a piano terra e le quattro arcate della galleria. Presumibilmente per renderla abitabile anche d'inverno. 

Simulazione fotografica della villa prima degl'interventi ottocenteschi

Questa simulazione, per quanto modesta, restituisce l'immagine della dimora prima dell'intervento di tamponamento delle arcate e la riporta alla dettagliata descrizione fatta negli ANNALI DI CHERASCO

Dal 1870, per il testamento della Contessa Aureli Prasca, la casa passò al nipote non nato di questa (la prole nata o nascitura), subì quindi, per quasi trent'anni, uno stato di quasi abbandono. Fu ristrutturata dal Conte Amedeo Prasca nel 1901, che ne fece la propria dimora principale e vendette ai Galateri di Genola il palazzo Aureli di Torricella, in Cherasco.

La Brizza intorno al 1899, prima del restauro: tetto semi sfondato, infissi distrutti, vetri rotti...

 

Sorge sulle colline delle Langhe, a 345 m di altitudine, circondata da prati in dolce declivio e dal bosco incantato tra LA MORRA e CHERASCO (CN), comune in cui si trova.

Anche oggi la casa necessita di costose opere di restauro, ma è la nostra casa, quindi, piano e con coraggio, andiamo avanti!

La casa è visitabile per ora in modo sporadico e su appuntamento. 

Conserva un ARCHIVIO STORICO di un notevole interesse.


 


La visita continua...